Archive

Smart Working, cos’è e perchè è importante per le imprese

Lo Smart Working non vuol dire soltanto lavorare da casa e utilizzare le nuove tecnologie, ma addottare un modello organizzativo che rafforza il concetto di collaborazione e che favorisce la condivisione di spazi e asset aziendali.

E’ quindi un processo di cambiamento e l’adozione di tecnologie che ablitano gli spazi aziendali e lavoratori alla condivisione di informazioni e strumenti a vantaggio della produttività individuale e riduzione dei costi.

Il cambiamento culturale e organizzativo

Una della principali caratteristiche dello Smart Working è il forte cambiamento organizzativo e culturale per superare “modelli di processo tradizionali”.

Lo Smart Working restituisce dunque alle persone una maggiore flessibilità e autonomia nella scelta degli spazi, degli orari di lavoro e degli strumenti da utilizzare per svolgere le proprie attività lavorative.

smartworker-web

 

Perchè conviene

Lo Smart Working è una nuova dimensione del lavoro che sfruttando la Mobility, la Unified Communication & Collaboration e il Social Computing, favorisce la produttività individuale e la continuità operativa dell’utente anche quando non si trova in azienda.

I benefici non sono solo per le imprese ed il business, infatti per i lavoratori, anche una sola giornata a settimana di remote working può far risparmiare in media 40 ore all’anno di spostamenti.

Questo determina dei vantaggi anche per l’ambiente, con una riduzione di emissioni pari a 135 kg di CO2 all’anno, considerando che in media le persone percorrono circa 40 chilometri per recarsi al lavoro.

I dati dell’ Osservatorio Smart Working

Secondo l’Osservatorio Smart Working 2019, in Italia oggi ci sono 570mila smart worker (20% in più al 2018), registrando un un trend in crescita rispetto agli anni passati, motivato soprattutto dalla maturazione delle tecnologie abilitanti al nuovo modello.

L’ indagine condotta nel 2019 ha rilevato che:

  • il 76% degli smart worker è soddisfatto del proprio lavoro, contro il 55% degli altri dipendenti
  • Uno su tre è pienamente coinvolto nella realtà in cui opera, rispetto al 21% di chi lavora in modalità tradizionale

Secondo le organizzazioni coinvolte nella ricerca, i principali benefici che scaturiscono dall’adozione dello Smart Working sono:

  • 46% il miglioramento dell’equilibrio fra vita professionale e privata
  • 35% crescita della motivazione e del coinvolgimento dei dipendenti

La gestione degli smart worker presenta secondo i manager anche alcune criticità (34% gestione delle urgenze e 26% pianificazione delle attività) che possono essere superate tuttavia con l’adozione di strumenti e tencologie ormai mature e resi disponibili globalmente da brand come Avaya e NEC, così come dichiarato dal restante 40% dei manager interessati dall’indagine.

Lavoro agile, legge 81 del 22 maggio 2017

La legge n.81 del 22 maggio 2017 sullo Smart Working ( lavoro agile )tutela coloro che vogliono lavorare al di fuori dell’ufficio, ovvero da un coworking, da un hotel, da una spiaggia, o ovunque ci sia una connessione internet.

La legge sullo Smart Working

La normativa italiana sullo Smart Working fa parte della legge n.81 del 22 maggio 2017, intitolata “Misure per la tutela del lavoro autonomo non imprenditoriale e misure volte a favorire l’articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato”.

La legge sovverte completamente il modo in cui il lavoro è sempre stato concepito, e permette alla realtà lavorativa e alla digital transformation di allinearsi in modo coerente, dando vita a luoghi di lavoro “smart”, i cosiddetti “Smart Places”.

Cosa significa lavorare in Smart Working ?

Colui che sceglie lo smart working può, quindi, decidere autonomamente dove e come lavorare (avvalendosi naturalmente della tecnologia), avendo come unico vincolo la durata massima dell’orario di lavoro per completare i propri compiti.

Per mezzo della legge n.81 del 22 maggio 2017, entrata poi in vigore il 14 giugno 2017, viene tutelato il lavoro dello smart worker, il quale può liberamente svolgere la sua attività da qualsiasi postazione e location desideri.

L’accordo tra datore di lavoro e lavoratore

Questa legge significa che il lavoratore detto Smart Worker e l’azienda, tramite un accordo consensuale, e che non va in alcun modo a sostituire alcun accordo preesistente, definiscono un contratto che può essere rescisso (con preavviso unilaterale), e che potrà avere natura sia temporanea che indeterminata.

La retribuzione

In secondo luogo, garantisce il diritto del lavoratore smart di avere una retribuzione pari a quella dei colleghi che lavorano in ufficio.

Lo Smart Working permette lo svolgimento delle proprie mansioni da una sede diversa, ma non comporta assolutamente una diminuzione delle ore di lavoro o della produzione, e tantomeno della paga.

Lavorare in un luogo diverso rispetto al proprio ufficio non deve essere causa di uno stipendio diverso,  il lavoro e l’impegno, infatti, non variano.

Orario di lavoro

Smart Working non significa lavorare 24/7 dato che si è sempre connessi, quanto piuttosto compiere i propri task in un orario predefinito, esattamente come tutti gli altri, utilizzando strumenti di collaborazione come videoconferenza e workspace.

La nuova modalità lavorativa, promossa dalla legge n. 81  è tipica di un modello economico, sempre più diffuso, in cui si lavora on demand, cioè solo quando c’è richiesta di prodotti o servizi, senza la garanzia di un posto fisso e a tempo indeterminato, né tanto meno di una postazione lavorativa.

Avaya lancia sul mercato il dispositivo all-in-one per videoconferenza CU-360

La nuova Collaboration Unit Avaya CU-360 è solo da collegare per trasformare qualsiasi spazio in una sala di video collaborazione in cui le persone possono presentare e collaborare senza utilizzare cavi per computer portatile, smartphone o tablet ma tramite Wi-Fi e Bluetooth,
condividendo i contenuti e spostandosi tra di essi con la massima semplicità.

Un prodotto unico nel suo genere, per l’allestimento rapido ed economico di “huddle room”. Un prodotto ideale per i gruppi di lavoro, per le aziende di piccole e medie dimensioni, o per completare le attrezzature di collaborazione di un’impresa di grandi dimensioni.

Convenienti funzionalità enterprise per aziende di ogni dimensione

La nuova Avaya CU-360 offre un’esperienza straordinaria attraverso il video full HD 1080p, una videocamera con sensore 4K e il supporto
per display 4K. Fornisce video e contenuti live dual HD, mentre l’interoperabilità con H.323 e SIP abilita la connettività con qualsiasi
sistema video standard.

Collaborazione smart

La condivisione Wi-Fi dello schermo e delle applicazioni tramite Screen Link consente presentazioni ad alta risoluzione senza cavi.
offrendo un’esperienza collaborativa migliore con una risposta dello schermo più rapida e requisiti di banda inferiori.

Cloud integrato

L’integrazione con i servizi cloud come Avaya Equinox Meetings Online offre un’esperienza di collaborazione semplice e produttiva.
Il supporto Cloud per le applicazioni di lavoro per Office 365, Google Apps, Dropbox, Salesforce, consentono ai team di essere più produttivi, offrendo potenzialità praticamente infinite grazie ad Android.